Il Presidente Giorgio Squinzi | Foto  - LaPresse

Il Presidente Giorgio Squinzi | Foto – LaPresse

Nonostante abbia commentato la manovra con una nota positiva, ci sono ancora numerosi aspetti che non convincono il Presidente di Confindustria : tra le cose errate della Legge di Stabilità 2015 cita, infatti, l’incremento, con efficacia retroattiva, della tassazione dei fondi pensione, «che sottrae risorse potenzialmente impiegabili nell’economia reale».
Ma non è tutto. Da bocciare anche le misure sulle partecipate, «assolutamente insoddisfacenti», e lontane dal garantire le risorse necessarie «da impiegare in maniera più produttiva», favorendo anche «un migliore funzionamento dei mercati su cui tali società, spesso impropriamente, operano”.

(Fonte: Il Sole 24 Ore)