Matteo-Renzi_2950810b“Sono 10 le popolari in Italia che in 18 mesi dovranno superare il voto capitario e diventare spa. É un momento storico. Le altre popolari, se lo vorranno, potranno rimanere così.”
Tuonano così le parole del Premier Matteo Renzi alla fine del Consiglio dei Ministri, datato 20 gennaio.
Si tratta dell’Investment Compact, che comprende un pacchetto di norme per il riassetto delle Banche Popolari.
I malumori arrivano dal Ncd contro il decreto: “Le Banche popolari e quelle di Credito Cooperativo sono da sempre un punto di riferimento sul territorio e un sostegno imprescindibile per piccole e medie imprese, artigiani, commercianti, liberi professionisti e famiglie. Ed è proprio per questo che, a scatola chiusa, non siamo disponibili a votare provvedimenti volti a tutelare la grande finanza a discapito delle piccole realtà economiche”.
Le parole sono di Nunzia de Girolamo, capogruppo alla Camera di Area Popolare (Ncd-Udc).

(Fonte: Il Sole 24 Ore)